Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Xagena Salute

Effetto di esercizio fisico, Escitalopram o placebo sull'ansia nei pazienti con malattia coronarica: studio UNWIND


L'ansia è comune tra i pazienti con malattia coronarica ( CHD ) ed è associata a peggiori esiti di salute; tuttavia, il trattamento efficace per l'ansia nei pazienti con coronaropatia non è ben definito.

Si è determinato se l'esercizio fisico ed Escitalopram ( Cipralex ) siano migliori del placebo nel ridurre i sintomi dell'ansia misurati mediante la scala HADS-A ( Hospital Anxiety and Depression-Anxiety Subscale ) e nel migliorare i biomarcatori del rischio di malattia coronarica.

Lo studio clinico randomizzato UNWIND ( Escitalopram in Anxious Patients With Coronary Heart Disease ) è stato condotto nel periodo 2016-2020 in un ospedale universitario negli Stati Uniti e ha incluso 128 pazienti ambulatoriali con malattia coronarica stabile e un disturbo d'ansia diagnosticato o un punteggio HADS-A di 8 o superiore che avevano più di 40 anni, sedentari e non stavano attualmente ricevendo cure di salute mentale.

I pazienti sono stati sottoposti a 12 settimane di esercizio aerobico 3 volte alla settimana a un'intensità dal 70% all'85% di riserva di frequenza cardiaca, Escitalopram fino a 20 mg al giorno o pillola di placebo equivalente.

L'esito primario era il punteggio HADS-A. I biomarcatori della malattia coronarica comprendevano la variabilità della frequenza cardiaca, la sensibilità baroriflessa e la dilatazione flusso-mediata, insieme alle catecolamine urinarie nelle 24 ore.

Lo studio ha incluso 128 partecipanti. L'età media era di 64.6 anni e 37 partecipanti ( 29% ) erano donne. I partecipanti randomizzati al gruppo di esercizio fisico e al gruppo Escitalopram hanno riportato maggiori riduzioni del punteggio alla scala HADS-A ( esercizio, -4.0; Escitalopram, -5.7 ) rispetto a quelli randomizzati a placebo ( -3.5; P=0.03 ); i partecipanti randomizzati a Escitalopram hanno riportato meno ansia rispetto a quelli randomizzati all'esercizio fisico ( -1.67; P=0.002 ).

Sono state riscontrate differenze significative nel gruppo post-intervento nelle catecolamine urinarie nelle 24 ore ( punteggio z dell'esercizio=0.05; punteggio z di Escitalopram=-0.24; punteggio z del placebo=0.36 ), con maggiori riduzioni nel gruppo esercizio fisico e nel gruppo Escitalopram rispetto al gruppo placebo ( F1.127=4.93; P=0.01 ) e maggiori riduzioni nel gruppo Escitalopram rispetto al gruppo esercizio fisico ( F1.127=4.37; P=0.04 ).

Tutti i gruppi hanno ottenuto cambiamenti comparabili ma piccoli nei biomarcatori di malattia coronarica, senza differenze tra i gruppi di trattamento.

Il trattamento dell'ansia con Escitalopram è risultato sicuro ed efficace per ridurre l'ansia nei pazienti con malattia coronarica.
Tuttavia, gli effetti benefici dell'esercizio sui sintomi dell'ansia sono stati meno costanti.

L'esercizio fisico ed Escitalopram non hanno migliorato i biomarcatori di rischio per la malattia coronarica, il che dovrebbe incoraggiare ulteriori indagini su questi interventi sugli esiti clinici nei pazienti con ansia e coronaropatia. ( Xagena2021 )

Blumenthal JA et al, JAMA Psychiatry 2021; 78: 1270-1278

Psyche2021 Cardio2021 Farma2021


Indietro